Tendiniti al braccio: conoscere cause e rimedi

Le tendiniti al braccio rientrano nella tipologia più ampia delle tendinopatie, un disturbo comune che merita attenzione e tempo per essere trattato. Intervenire per tempo è molto importante perché un peggioramento può compromettere la funzionalità dell’arto e delle sue componenti. L’articolazione della spalla, del gomito, del polso e della mano sono tra le principali zone colpite dalle conseguenze della tendinite. Per capire come porvi rimedio continua a leggere questo articolo, ti illustreremo le cause e i possibili rimedi.

Dolore al braccio persistente: tendinite?

Il dolore al braccio sinistro spesso fa pensare a un disturbo cardiocircolatorio e ci fa temere il peggio. È importante conoscere i sintomi della tendinite al braccio per escludere problemi ben più gravi. Non sempre viene colpito tutto il braccio, tra le manifestazioni più frequenti troviamo l’epicondilite, o più comunemente il gomito del tennista. In questo caso viene colpita da infiammazione e dolore la zona dei muscoli estensori del polso e delle dita. Dopo l’epicondilite troviamo, come tendinite al braccio maggiormente frequente, l’epitrocleite, o gomito del golfista, che interessa i muscoli flessori delle dita. Entrambe sono molto fastidiose, ma è possibile curarle. Bisogna ammettere che la cura può necessitare di tempi lunghi. I tendini non essendo dotati di vascolarizzazione tardano a reagire a un trattamento, dal momento che i vasi sanguigni e del sistema circolatorio sono importantissimi per apportare alla struttura infiammata ciò di cui ha bisogno per la sua condizione di efficienza e salute.

Prima di analizzare nel dettaglio i possibili rimedi della tendinite che può colpire gli arti superiori analizziamo insieme i sintomi, i primi segnali che ci permettono di capire precisamente cosa dobbiamo affrontare e come.

I sintomi della tendinite al braccio

La tendinite può presentarsi sia agli arti superiori che inferiori. Anzi, si manifesta maggiormente negli arti inferiori, con un’alta incidenza su articolazione del ginocchio, della caviglia e del braccio.

Ma in questa sede abbiamo scelto di trattare la tipologia che colpisce il braccio, e in particolare:

  • Avambraccio
  • Gomito
  • Polso
  • Spalla

I sintomi si concentrano nelle singole zone, ma dispiegano quasi sempre le stesse conseguenze, ad esempio:

  • Dolore acuto e persistente, minore durante il movimento
  • Dolore durante la palpazione
  • Bruciore
  • Gonfiore
  • Calore
  • Ipersensibilità
  • Sensazione di formicolio
  • Minore elasticità del movimento
  • Rumori articolari
  • Sensazione di instabilità
  • Formazione di noduli e calcificazioni

La lista si è limitata a questi, considerati come i più frequenti e importanti, ma se ne presentano anche altri, più o meno sempre. Ovviamente non si manifestano tutti insieme e tutti con la stessa intensità. La soglia del dolore e il quadro dei sintomi varia anche a seconda della persona, pertanto non attestarti mai sul resoconto di qualcun altro per decretare se hai una tendinite al braccio oppure no, cerca il parere di un esperto e segnalagli quelli che sono i tuoi sintomi.

Le cause della tendinite al braccio

Il dolore ti sta piegando, è forte, fastidioso e ti stai chiedendo come mai ti è capitata questa cosa. È normale cercare di capire quali siano i fattori che concorrono a far esplodere una situazione di infiammazione al tendine, e spesso le risposte sono intuitive. Se sei uno sportivo o un professionista che si trova costretto quotidianamente a ripetere il medesimo gesto o movimento, provocando una continua sollecitazione alle articolazioni è facile comprendere che la ragione della sofferenza che provi è dovuta a questo. Non si tratta di una questione legata all’età, le cause colpiscono chiunque, indipendentemente dalle caratteristiche anagrafiche, e si possono sintetizzare in questo schema:

  • Sovraccarico, movimenti ripetuti
  • Traumi fisici
  • Malattie sistemiche
  • Abuso di alcuni farmaci
  • Debolezza muscolare
  • Predisposizione anatomica
  • Stress e tensione

In particolari condizioni la persona si trova a sperimentare diversi fattori insieme, e a toccare più da vicino il rischio di un’infiammazione al tendine, lavorare sulle cause significa fare prevenzione. Fare ginnastica postulare, intervenire con la fisioterapia o la kinesiterapia dopo un trauma o per ridurre le conseguenze delle malattie sistemiche può essere una buona strada.

Per tenere sotto controllo lo stato di salute, la funzionalità e l’armonia del movimento delle braccia è sempre bene richiedere una diagnosi certa quando si avverte un dolore al braccio di cui si sospetta.

La prima diagnosi che suggeriamo è la visita da un medico, che attraverso l’anamnesi e l’esame fornirà una valutazione iniziale utile a inquadrare i sintomi nel giusto modo. Il medico può proporre radiografia, ecografia e risonanza magnetica per approfondire e avere maggiore certezza della condizione dell’arto, dei tendini e di tutti gli elementi coinvolti.

Anche se il dolore al braccio sinistro è quello che mette tutti in allarme facendo pensare a un infarto anche il dolore al braccio destro può essere sintomo di patologie più gravi. In qualsiasi caso non è mai il caso di trascurare la salute, quindi per qualsiasi accertamento chiedi un parere al medico.

Cure per la tendinite al braccio: la fisioterapia


Nei casi in cui l’origine del problema sia dato da quello che viene chiamato overuse, cioè un movimento ripetuto eccessivamente, sarà indispensabile interrompere le attività che richiedono quel movimento e parallelamente iniziare un percorso di terapia per scongiurare la cronicizzazione della tendinite.  
La fisioterapia contempla e integra diversi strumenti e modalità per trattare le tendiniti al braccio, tra le più utilizzate troviamo:

  • Tecarterapia
  • Ultrasuoni
  • Osteopatia
  • Kinesiterapia
  • Linfodrenaggio

Questi possibili trattamenti curano aspetti singoli e generali insieme e se portati avanti insieme ad esercizi terapeutici guidati da operatori specializzati possono dare beneficio in breve tempo, riportando risultati sperati e un corpo nuovamente in salute e libero nei suoi movimenti.

Ogni percorso fisioterapico viene personalizzato in base ai bisogni e alle specificità delle condizioni di ciascun individuo, non si può ritagliare un trattamento generico e incollarlo a qualsiasi situazione. Ognuna ha specifiche caratteristiche che richiedono specifici trattamenti.

Ti invitiamo a venirci a trovare al Centro Riabilitazione Fonte per incontrare soluzioni che fanno al caso tuo, ritrovare equilibrio e ridurre il dolore della tendinite al braccio. Il tuo corpo è importantissimo, in ogni sua singola parte.